Come riconoscere la dipendenza affettiva

"Ciò che accade, accade per Amore
e ciò che grazie all'Amore
viene mantenuto può essere
sciolto e annullato solo nell'Amore"
Bert Hellinger

dipendenza affettiva

La persona che ha un problema di dipendenza affettiva cerca di creare relazioni con persone che ammira molto, è mossa dal desiderio che gli altri possano scoprire in lei risorse nascoste; attribuisce all'altro la responsabilità della sua felicità, abbandona i suoi interessi personali per dedicarsi agli altri e per cercare di soddisfarne ogni desiderio rendendosi indispensabile. In questo modo il suo benessere dipende totalmente dalla presenza dell'altro.

Il timore più grande è quello di essere abbandonati o rifiutati, si è incapaci di vivere da soli, gli altri vengono usati per riempire un vuoto interiore, si immagina che l'altro abbia il potere di riempire quel vuoto.

La persona che ha una dipendenza affettiva può diventare soffocante, affida all'altro il potere su se stessa e non si assume la responsabilità della propria esistenza.

Nelle storie di persone che hanno un problema di dipendenza affettiva si possono rintracciare alcuni aspetti e sintomi quali la mancanza di autonomia affettiva, la ricerca continua dell'approvazione da parte degli altri, la scarsa fiducia nelle proprie capacità e la quasi totale assenza della stima di sé.

La dipendenza affettiva si sviluppa nell'infanzia e si perpetua nell'età adulta; essa è dovuta a tutta una serie di fattori tra i quali riveste un ruolo significativo un ambiente familiare disfunzionale in cui vi sono state poche interazioni positive tra genitori e figli. Nel suo passato la persona ha spesso ricevuto messaggi di svalutazione oppure una protezione eccessiva da parte della madre e/o atteggiamenti molto rigidi o indifferenza da parte della figura paterna.

Come liberarsene?

Per riuscire a liberarsi dalla dipendenza affettiva la persona ha bisogno di raggiungere la propria autonomia affettiva attraverso un percorso di autoconsapevolezza e, per farlo, deve imparare a vivere assumendosi la responsabilità della propria felicità. Questo può farlo solo iniziando a conoscersi e a fare le cose per se stessa, scoprendo le proprie risorse, iniziando a volersi bene, stimandosi e fidandosi di se stessa.

Se vuoi fissare un appuntamento o semplicemente chiedere informazioni su come posso aiutarti con la dipendenza affettiva, scrivimi:
Nome e cognome*
Email*
Telefono
Messaggio*
+ =

Psicologo e Psicoterapeuta Dott.ssa Tiziana Giancola - Cell: 348 4741235 - Email: tiziana.giancola@psicologogiancola.it - Partita I.V.A.: 02160280505

in Via Fratelli Cairoli 17 Sovigliana, 50053 Empoli - Via Ulisse Dini 18, 56025 Il Romito, Pontedera

Home - Chi sono - Dove sono - Mappa del sito